SCALE PORTATILI: LE ISTRUZIONI, LA MANUTENZIONE.

Le scale portatili devono essere marcate secondo il D.Lgs. 81/2008 (la marcatura deve riportare i riferimenti al D.Lgs 81/2008) o la UNI EN 131.
In relazione alle scale in appoggio, le informazioni di base, in accordo alla UNI EN 131-3, “che devono essere riportate, sotto forma di pittogrammi ben visibili, su tutte le scale progettate per essere utilizzate come scale di appoggio sono, ad esempio, le seguenti:
– leggere le istruzioni;
– carico massimo;
– angolo corretto di appoggio;
– appoggiare su una base piana;
– non sporgersi;
– assicurarsi che non vi sia sporco a terra;
– appoggiare su una base solida;
– estensione della scala oltre il punto di arrivo;
– non scendere dal lato della scala;
– usare la scala con l’orientamento corretto (solo se necessario a causa della struttura della scala)”.
Si ricorda poi che ogni scala progettata per essere utilizzata come scala di appoggio “deve essere provvista di marcatura indicante che i tre pioli più alti non devono essere oltrepassati. Tale marcatura può essere posta sul montante della scala o preferibilmente sul primo piolo o gradino da non oltrepassare. IL D.Lgs 81/08 richiede che il lavoratore possa sempre disporre di un appoggio e di una presa sicura”.
Sottolineando poi che la sicurezza di una scala dipende anche da suo stato, da come è conservata e manutenuta, diamo anche alcune indicazioni essenziali di manutenzione.
La manutenzione della scala “deve essere effettuata da parte di personale qualificato e prevede:
– la verifica degli zoccoli antiscivolo e loro integrità;
– la verifica dei componenti della scala: montanti e pioli;
– la verifica dei collegamenti tra i componenti”.
By |2015-01-28T10:38:56+00:00gennaio 27th, 2015|Sicurezza sul Lavoro|