Movimentazione manuale dei pazienti

Movimentazione manuale dei pazienti

Documento di valutazione del rischio scontato rispetto al listino

La normativa di riferimento, per l’elaborazione del documento di movimentazione manuale dei pazienti , è il D.Lgs. n. 81/08 TITOLO VI – MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI, di cui si riporta un estratto:

Art. 167. – Campo di applicazione.

-Le norme del presente titolo si applicano alle attività lavorative di movimentazione manuale dei carichi che comportano per i lavoratori rischi di patologie da sovraccarico biomeccanico, in particolare dorso-lombari:ICHI, di cui si riporta un estratto:
Ai fini del presente titolo, s’intendono:

-Movimentazione manuale dei pazienti: le operazioni di trasporto o di sostegno di ” un carico ad opera di uno o più lavoratori, comprese le azioni del sollevare, deporre, spingere, tirare, portare o spostare un carico che, per le loro caratteristiche o in conseguenza delle condizioni ergonomiche sfavorevoli, comportano tra l’altro rischi di lesioni dorso-lombari;

-Patologie da sovraccarico biomeccanico: patologie delle strutture osteoarticolari, muscolotendinee e nervovascolari.
Art. 168. – Obblighi dei datori di lavoro.

Il datore di lavoro adotta le misure organizzative necessarie e ricorre ai mezzi appropriati, in particolare attrezzature meccaniche, per evitare la necessità di una movimentazione manuale dei pazienti da parte dei lavoratori.Qualora non sia possibile evitare la movimentazione manuale dei carichi ad opera dei lavoratori, il datore di lavoro adotta le misure organizzative necessarie, ricorre ai mezzi appropriati e fornisce ai lavoratori stessi i mezzi adeguati:

-Organizza i posti di lavoro in modo che detta movimentazione assicuri condizioni di sicurezza e salute;

-Valuta, se possibile anche in fase di proget-tazione, le condizioni di sicurezza e di salute connesse al lavoro in questione tenendo conto dell’allegato XXXIII;

METODOLOGIA SEGUITA PER LA VALUTAZIONE MAPO
Per la valutazione del lavoro assistenziale comportante un potenziale sovraccarico biomeccanico per il rachide devono essere identificati i seguenti fattori principali, che nell’insieme caratterizzano l’esposizione lavorativa:

-Carico assistenziale indotto dalla presenza di pazienti non autosufficienti;

-Tipo/grado di disabilità motoria dei pazienti;

-Aspetti strutturali degli ambienti di lavoro e di degenza;

-Attrezzature in dotazione (sollevatori, ausili minori, carrozzine, ecc..)

-Formazione degli operatori sullo specifico argomento.

Per il mese di maggio Meleam offre valutazione del rischio da movimentazione manuale dei pazienti al prezzo scontato di 150.00 € + Iva, per infomazioni è possibile contattare il numero verde 800 62 12 47.

By | 2014-06-20T11:01:36+00:00 maggio 7th, 2014|Comunicati Stampa, Sicurezza sul Lavoro, Tutela Ambientale|