GRU INDUSTRIALI: USO, MANUTENZIONE E FORMAZIONE DEI GRUISTI

Ecco alcuni punti informativi sui rischi correlati all’uso e manutenzione delle gru industriali.

– “le gru e i loro accessori devono essere utilizzati solo se sono in condizioni di sicurezza;
– eventuali anomalie che possono pregiudicare la sicurezza dell’impianto devono essere eliminate prima di rimettere la gru in servizio;
– la manutenzione deve avvenire secondo le indicazioni del costruttore (manuale d’uso, libretto della gru);
– in caso di carenze a livello di sicurezza sulla gru o sui dispositivi di presa del carico il personale manutentore è tenuto a informare per iscritto l’utilizzatore e a metterlo in guardia sui potenziali rischi”.

“Se la gru subisce modifiche o adeguamenti e se a seguito di ciò possono subentrare nuove situazioni di pericolo, l’utilizzatore deve provvedere affinché siano adottate tutte le misure di protezione necessarie e che la gru sia conforme allo stato della tecnica. Esempi: aumento delle prestazioni, nuova destinazione d’uso (ad es. impiego in un nuovo ambiente esposto a temperature molto elevate, molto basse, in presenza di sostanze o gas corrosivi)”.

Ecco poi alcune regole tecniche per la sicurezza:
– “se la movimentazione dei carichi avviene al di sopra delle postazioni di lavoro occupate in modo permanente, è necessario adottare misure di tipo tecnico”;
– “è vietato passare sotto i carichi sospesi e lavorare su pezzi oscillanti;
– è vietato oltrepassare la portata nominale indicata;
– di regola, il gruista deve essere sempre in contatto visivo diretto con l’addetto all’imbracatura dei carichi e con la zona di deposizione del carico. Se il gruista è costretto a eseguire delle manovre non visibili dalla sua postazione, egli deve designare una persona che lo assista nelle manovre, utilizzando, se necessario, un dispositivo di segnalazione acustico o visivo”.

Inoltre è vietato:
– “trasportare persone sul dispositivo di presa del carico senza una specifica autorizzazione;;
– strappare i carichi (veicoli, pezzi, ecc.) anche se la gru è dotata di un dispositivo contro i sovraccarichi;
– rimorchiare e trascinare i carichi (veicoli, pezzi, ecc.);
– zavorrare il carico appoggiandovi sopra altri carichi non fissati o facendovi salire sopra delle persone”.

Di seguito altre indicazioni:
– “prima della messa in servizio della gru o dopo un lungo periodo di inattività il gruista deve effettuare una corsa senza carico in tutte le direzioni;
– se si teme l’arrivo di una tempesta, tutte le gru all’aperto devono essere arrestate immediatamente e messe in sicurezza;
– il dispositivo di sblocco manuale dei freni dell’unità di sollevamento non deve essere utilizzato per il normale abbassamento del carico;
– i carichi, il cui peso il gruista o l’addetto all’imbracatura non è in grado di stimare”, devono avere indicato il peso. Il peso “va calcolato oppure misurato con una pesata”;.
– i carichi devono essere preparati in modo che il dispositivo di presa possa essere applicato in maniera corretta e affidabile”.

Veniamo alla manutenzione delle gru industriali.

“Una manutenzione carente o del tutto assente provoca fenomeni di usura nei componenti e nei dispositivi meccanici, nei circuiti elettrici, elettronici e nei dispositivi di presa del carico. Spesso le conseguenze sono interruzioni, danni materiali e infortuni”.

Dunque per evitare questi problemi è “necessario eseguire una manutenzione sistematica di tutto l’impianto e degli accessori sottogancio”. E la manutenzione comprende le seguenti operazioni: “ispezione (misurazioni, controlli, registrazioni), revisione (pulizia e mantenimento) e riparazione (sostituzione di pezzi difettosi, migliorie)”.

Si sottolinea tuttavia che gli interventi di manutenzione “devono essere svolti solo da personale specializzato e qualificato”.

By | 2014-12-19T15:47:52+00:00 dicembre 17th, 2014|Sicurezza sul Lavoro|