FESTIVAL DEL LAVORO 2015: A PALERMO LA VI EDIZIONE

Si svolgerà dal 25 al 27 giugno 2015 la sesta edizione del Festival del lavoro, la manifestazione organizzata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro e dalla Fondazione Studi. Tre giorni di dibattiti, eventi culturali e ospiti autorevoli e 32 tavole rotonde con al centro il lavoro. Legalità, sicurezza sul lavoro, sommerso e Jobs Act con le vere priorità del Paese: questi i temi che verranno approfonditi. L’occasione per unire alle riflessioni sul mondo del lavoro proposte concrete per modificarlo.

Si terrà a Palermo dal 25 al 27 giugno 2015 la 6° edizione del Festival del Lavoro, la manifestazione organizzata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro e dalla Fondazione Studi.

Tre giorni di dibattiti, eventi culturali e ospiti autorevoli che si svolgeranno in contemporanea per diventare manifestazione a carattere nazionale. Tre giorni per analizzare i fattori che ostacolano la crescita e assieme a giuslavoristi, esperti, rappresentanti del mondo politico unire riflessioni per cercare la ricetta migliore per rimettere in moto il sistema. L’occasione per unire alle riflessioni sul mondo del lavoro proposte concrete per modificarlo.

Al centro del dibattito: il lavoro, aspetti positivi e criticità da trasformare in opportunità di crescita.

Legalità, sicurezza sul lavoro e sommerso: questi i temi che verranno approfonditi. E Jobs Act con le vere priorità del Paese: prima tra tutte, la disoccupazione.

32 le tavole rotonde che si svolgeranno nel corso dell’edizione 2015 del Festival del lavoro , suddivise in quattro categorie:

1) “l’ora del capitale umano”, presso il Teatro Massimo, sul tema “rilanciare l’economia e il lavoro valorizzando il capitale umano”

2) “la riforma del lavoro live”, al Cinema Rouge et Noir, una tavola rotonda nella quale i Consulenti del Lavoro avranno la possibilità di confrontarsi con il Ministro del Lavoro sulle novità della Riforma Lavoro: Testo Unico dei contratti di lavoro, contratto a tutele crescenti, congedi e permessi, nuovi ammortizzatori sociali

3) “la fabbrica delle idee”, al Teatro al Massimo, un confronto strutturato per cercare di dare risposta alle istanze dei diversi attori della realtà economica del mondo del lavoro: da una parte le imprese che chiedono meno costi e meno burocrazia, dall’altra i lavoratori che chiedono più tutele e più posti di lavoro

4) “lavoro 2.0”, presso la Sala Stemmi, sul tema “Come incide l’innovazione tecnologica sul futuro del lavoro?”

Non mancheranno i momenti dedicati agli studenti per far conoscere loro il mondo del lavoro con il quale si dovranno confrontare.

E ancora, focus sugli strumenti con cui trasformare un’idea in un progetto concreto, come i fondi europei e il microcredito. Un’attenzione anche a coloro che non sono più giovanissimi e un vademecum per il ricollocamento di quelli che hanno perso il lavoro.

By |2015-06-04T18:33:27+00:00maggio 31st, 2015|Comunicati Stampa, Sicurezza sul Lavoro|