Sei alla ricerca di un lavoro? Ecco ben 17 errori da non fare quando presenti la tua candidatura.

Sei alla ricerca di un lavoro? Ecco ben 17 errori da non fare quando presenti la tua candidatura.

Quando si scrive un curriculum vitae si commettono molti errori, di fatti secondo una analisi condotta da Adecco, nota agenzia di collocamento, circa l’80% dei curriculum inviati sono scritti in malo modo.

Questo tipo di errori possono essere evitati con dei semplici piccoli accorgimenti, a pari merito di competenza e professionalità del candidato un curriculum meglio presentato vale di più.

Quali sono i 17 errori da non fare quando si invia il proprio curriculum?

  1. Scrivere “Curriculum Vitae” nella prima pagina del curriculum.
    Non solo non è necessario, ma è deleterio, chi legge un curriculum o apre il PDF contenente il curriculum è già a conoscenza di avere davanti a se un curriculum
  2. Non inviare in allegato una “Lettera di Accompagnamento”.
    Anche scrivere una lettera breve è sempre e comunque un vantaggio rispetto agli altri candidati. Nella fattispecie se ci si candida in modo totalmente autonomo, è uno strumento in più per promuoversi.
  3. E’ bene fare affidamento ad un controllo ortografico elettronico.
    La maggior parte degli errori presenti nei curriculum sono di tipo ortografico. Se si vuol evitare figuracce è bene revisionare il curriculum più di una volta prima di stamparlo. Può essere consigliabile stampare il curriculum, talvolta è più semplice notare sul foglio degli errori di ortografia piuttosto che tramite un display. Infine, per essere sicuri al 100% di aver fatto un ottimo lavoro, è bene farlo leggere anche ad un’altra persona.
  4. Evitare imprecisioni con le date.
    Inserire date in maniera approssimativa, perché troppo lontane nel tempo, può farti commettere degli errori grossolani, facilmente individuabili. E’ un segno di “sciatteria” che si può facilmente evitare prendendosi la briga di cercare i documenti, gli attestati, ecc… che possono dare una indicazione più precisa delle date in questione.
  5. Dilungarsi eccessivamente.
    Chi legge il tuo curriculum ha sicuramente molti altri curriculum da leggere, pertanto dovrà leggerlo perlomeno con una certa rapidità che dovrai essere tu a fornirgli. La prima lettura di un curriculum dura in genere pochi secondi, se non si trova subito ciò che si sta cercando, si passa oltre. Un curriculum composto di due pagine può essere più che sufficiente. E’ bene, per evitare di essere prolissi, inserire unicamente i dati più pertinenti all’offerta.
  6. Utilizzare un linguaggio troppo tecnico o aulico oppure colloquiale.
    Il curriculum deve essere scritto in un italiano standard, facilmente comprensibile, è bene essere né troppo tecnici né troppo banali.
  7. Mai inviare lo stesso curriculum e la stessa lettera di accompagnamento per qualsiasi offerta.
    Il tuo curriculum, anche se parla sempre di te, lo può fare in maniera differente a seconda dell’offerta per cui si invia la candidatura. E’ bene dunque effettuare quale piccolo cambiamento, tenendo a mente che chi lo leggerà starà cercando una informazione in particolare che puoi preoccuparti di mettere in evidenza. Utilizza un curriculum di base che adatterai man mano per l’offerta per cui ti stai candidando.
  8. Togliere importanza ai risultati dei lavori precedentemente effettuati per mettere in evidenza il ruolo.
    Vantarti di aver assunto un ruolo in un precedente lavoro senza aver conseguito dei risultati: serve a poco.
  9. Non parlare delle precedenti remunerazioni.
    Parlare di denaro nel curriculum può apparire di cattivo gusto.
  10. NON mentire.
    Se c’è una esperienza negativa, che non vuoi menzionare (licenziamento, allontanamento, sei andato via perché ti pagavano poco o non ti hanno rinnovato il contratto) è meglio ometterla, ma non è mai opportuno inventarsi argomentazioni false, perché nell’era del web per smascherare un bugiardo è questione di minuti.
    Le informazioni che non sono di aiuto è meglio non darle, nel curriculum cerca di citare unicamente gli aspetti positivi, se in sede di colloquio, poi, ti viene fatta quella domanda di cui non volevi parlare, è opportuno parlarne sinceramente e con tranquillità.
  11. Essere eccessivamente creativo.
    Il curriculum deve parlare di te, avere un aspetto sobrio e professionale. Meglio evitare stravaganze. Stampa il Curriculum su carta bianca, usa caratteri neri e facilmente leggibili come il Times New Roman. Ciò non toglie che un minimo di creatività potrebbe farti risaltare rispetto agli altri candidati, l’importante come sempre è non eccedere.
  12. Non utilizzare un indirizzo email “strano”.
    Il nome utente che utilizzavi su MSN quando avevi 12 anni suona parecchio ridicolo se citato in un curriculum. La mail deve portare possibilmente unicamente il tuo nome e cognome, di modo che possa essere facilmente associata a te.
  13. Non scrivere informazioni riguardanti la tua vita privata.
    Inserisci le tue informazioni a meno che non sia espressamente richiesto. Cosa fai nel tempo libero, i tuoi hobby, il tuo orientamento sessuale, lo stato civile, l’appartenenza ad un gruppo politico o sindacale non interessano a chi esamina il tuo curriculum. Inoltre non puoi sapere come potrebbero essere interpretate da chi legge.
  14. Non mettere sul tuo curriculum una tua foto gigante o, peggio, in una posa sexy.
    Anche se hai una bella presenza, la foto mettila di piccole dimensioni al lato del nome unicamente se è richiesta.
  15. Non aggiungere referenze al curriculum o certificati accademici.
    A meno che non sia espressamente richiesto, non è opportuno inserirle.
  16. Non inviare curriculum in blocco.
    Non sei uno “spammatore”, inviare ad agenzie e ad aziende chiunque ti sembra abbia una minima attinenza alla tua ricerca di un lavoro è sbagliato. Personalizza sempre le candidature che stai inviando.
  17. Non utilizzare canali multipli (di persona, mail, fax e posta) per inviare il tuo CV nello stesso posto.
    Chi riceve la tua candidatura penserà che tu sia scortese ed insicuro. Piuttosto dopo aver inviato il CV per un solo canale, chiama e chiedi se la tua candidatura è stata ricevuta correttamente.