6 MILIONI DI MORTI L’ANNO. I FUMATORI VIVONO 10 ANNI IN MENO.

Il tabacco uccide 6 milioni di persone ogni anno, di cui più di 600mila muoiono per il fumo passivo.
In Italia fumano 11 milioni di persone e sono attribuibili al fumo 90mila morti all’anno.

La mortalità tra i fumatori è tre volte superiore rispetto a quella di chi non ha mai consumato tabacco e i tabagisti hanno una probabilità di morte per cancro al polmone 20 volte superiore.

In media i fumatori muoiono 10 anni prima.
Più si fuma più sale il rischio. Prima si smette, minori sono i pericoli.

Sono 21 le malattie associate al fumo, tra cui 12 tipi di tumore (bocca e cavità orale, laringe, esofago, polmone, stomaco, colon, fegato, pancreas, vescica, rene, cervice uterina).
Le più frequenti sono il cancro ai polmoni, le malattie delle arterie, l’infarto, le patologie respiratorie croniche e l’ictus. A queste si aggiungono l’accresciuto rischio d’infezioni, insufficienza renale, ischemia intestinale e una serie di danni all’apparato respiratorio e cardiocircolatorio finora non catalogati. Oltre ai tumori del seno e della prostata.

By |2015-02-23T13:26:13+00:00febbraio 21st, 2015|Medicina e Salute|